Kriya and Meditation for Software / IT Professionals. Conducted by Bipin Joshi. Read more...

Untitled 1

Lezione 6 - I Cinque Disturbi Emotivi

Nella quarta lezione abbiamo visto diversi ostacoli allo Yoga. In aggiunta a questi ostacoli, i disturbi emotivi possono impedire il progresso. La sesta lezione analizza questi disturbi, chiamati Klesha.

Le emozioni possono essere descritte come forti sentimenti riguardo qualcosa. Lo Yoga identifica cinque emozioni che sono disturbi per la pratica. Si tratta di Avidya, Asmita, Raga, Dwesha e Abhinivesha. Cerchiamo di comprenderle una per una.

Avidya significa ignoranza. Lo Yoga e le Upanishad proclamano ripetutamente questo fatto: "Io sono Brahaman". Avidya significa ignoranza proprio di questo fatto. Tutti ignoriamo questa realtà e identifichiamo noi stessi con questo impermanente mondo materiale. Ad sempio, immagina di camminare in una foresta. Vedi un pezzo di corda e pensi che sia un serpente. Cominci a tremare dalla paura. Perché succede? A causa dell'ignoranza. Non conosci la reale natura del "serpente" e interpreti cose false per vere. Questo tipo di ignoranza è la radice degli altri quattro disturbi.

Asmita significa ego, o sentimento dell'Io. L'ego è la consapevolezza che identifica l'Atman con il corpo fisico. Tutti noi produciamo tanti Karma e ci identifichiamo con essi. Quando parliamo è grazie alla potenza del Brahman, ma ciononostante noi diciamo "Io" sto parlando. allo stesso modo diciamo "Io" mangio, "Io" vedo, "Io" provo piacere, "Io" muoio. Nella lingua comune la parola ego viene spesso usata per indicare uno sproporzionato orgoglio o senso di superiorità sugli altri. Asmita ha un senso più ampio. È applicabile ad ogni sfumatura di "Io" ed "ego". Facciamo un altro esempio. Supponiamo che un certo giorno esci per andare al lavoro tutto allegro. Hai appena finito la meditazione. La tua mente è piena di pensieri Sattvici come "Io sono Brahaman" e "Tutto l'universo è uno". Fin qui tutto bene. Sali sul treno e un passeggero ti pesta le scarpe nuove. In quel momento dimentichi di essere Brahman. Dimentichi che tutto l'universo è uno. Il tuo ego si sveglia. Ti identifichi con il tuo corpo, anzi con le tue scarpe, e pronunci qualche imprecazione. Questa è Asmita.

Raga indica una sensazione di rabbia che nasce quando il piacere è proibito o non raggiungibile. Immagina di desiderare di viaggiare. Sali sul treno e vedi un posto comodo vicino al finestrino. Felice della cosa ti affretti a prendere il posto. Ma un attimo prima di te un altro passeggero prende il tuo posto. Improvvisamente la rabbia emerge dalla tua mente e cominci a discutere con lui. Questo è Raga.

Dwesha si riferisce all'avversione o al disgusto quando provi il dolore. Supponi che un tuo collega si lamenti di tuoi errori con il tuo capo. Questi ti sgrida e ti preavvisa di punizioni se ripeti l'errore. Ti senti ferito e cominci a provare avversione per i colleghi. Ecco Dwesha.

Abhinivesha significa attaccamento alla vita. Tutti abbiamo paura della morte. Amiamo questa vita così tanto che persino il pensiero della morte ci spaventa. Viene spesso detto che la morte non è brutta ma la paura della morte lo è. Un novantenne che ha goduto della sua vita in pieno non si accontenta, desidera continuare a vivere. Questa è Abhinivesha. Questa esiste a causa del nostro attaccamento al nostro corpo e al mondo che ci circonda. Eccetto che per pochi Yogi e Sannyasin molto avanzati, si trova in tutti gli esseri viventi.

Tutti questi turbamenti emotivi possono essere distrutti solo quando sono sottili. Quando sono grossolani, sono loro che ti governano. Per comprenderlo, osservati quando sei arrabbiato. Ti renderai conto che la rabbia sale e a un certo punto scoppia. Se tu impari a distruggere la rabbia quando è nascente, puoi liberartene con facilità. Lo stesso può essere detto di altri turbamenti. Devi controllarli quando sono piccoli, altrimenti essi controllano te.

I turbamenti emotivi che causano sofferenza possono essere distrutti attraverso vari mezzi. Quali sono? Lo vedremo nella prossima lezione.

Per riassumere la lezione:

  •  Lo Yoga identifica cinque emozioni che provocano sofferenza
  •  Sono Avidya, Asmita, Raga, Dwesha e Abhinivesha
  •  Avidya significa ignoranza
  •  Asmita significa ego, sentimento dell'Io
  •  Raga è il desiderio del piacere e la rabbia quando questo è negato
  •  Dwesha è l'avversione verso il dolore
  •  Abhinivesha è l'attaccamento alla vita

La pace sia con te.


 


Bipin Joshi is a software consultant, an author and a yoga mentor with more than 22 years of experience in classical yoga system of India. He is an internationally published author and has authored or co-authored more than ten technology books for Apress and WROX press. He has been awarded as a Most Valuable Professional by Microsoft. He has also written a few Marathi books including Devachya Davya Hati and Natha Sankentincha Danshu. Having embraced yoga way of life he also teaches Kriya and Meditation to selected individuals.

बिपीन जोशी लिखित देवाच्या डाव्या हाती आणि नाथ संकेतींचा दंशु या पुस्तकांची आपली प्रत आजच विकत घ्या. त्यांच्या अजपा योग मार्गदर्शनाविषयी अधिक माहिती येथे उपलब्ध आहे.


Posted On : 11 Feb 2010