Learn the royal path of Ajapa Yoga. Course conducted by Bipin Joshi in Thane. Read more...

Untitled 1

Lezione 8 - La cause del Karma

Nella lezione 7 abbiamo visto che se non si bruciano i depositi di karma non c'è via d'uscita dal ciclo di nascita e morte. Abbiamo anche visto che il dolore che non è ancora arrivato può essere evitato. Ora è giunto il momento di esaminare le radici di ogni Karma.
Il Karma nasce ogni volta che c'è unione fra il testimone, lo spirito che è in noi, e ciò che egli osserva. Il testimone è "colui che osserva" o "Atman", lo spirito contenuto nel nostro corpo. Ciò che viene osservato è il mondo esterno. Mondo esterno non significa solo gli oggetti visibili ma tutto ciò che può essere sperimentato dagli organi di senso. Quando sperimentiamo questo mondo, il testimone identifica sé stesso con gli oggetti di cui fa esperienza. In questo modo avviene l'ingannevole identificazione fra il soggetto (testimone) e l'oggetto (mondo visibile). Questa identificazione è la radice di ogni Karma.
Ogni oggetto di questo mondo è simbolicamente costituito da cinque grandi elementi: terra, acqua, fuoco, aria e spazio. Inoltre ha le tre qualità fondamentali (Guna): Tamas, Rajas, Sattwa. Le qualità Tamasiche rappresentano inerzia, materialità e pesantezza. Le qualità Rajasiche rappresentano l'azione costante. Le qualità Sattviche rappresentano conoscenza e luminosità. Alla stessa maniera i nostri Karma sono prevalentemente tamasici, rajasici o sattvici.

Il testimone o Atman non è nient'altro che pura consapevolezza. Ciononostante, fa esperienza di questo mondo attraverso la mente. Bisogna osservare che il corpo da solo non può offrire alcuna esperienza. Facciamo un semplice esempio. Sei vicino alla finestra e stai guardando un lago. Come lo vedi? Prima di tutto i tuoi organi di senso (gli occhi in questo caso) raccolgono le informazioni sul lago e le inviano al sistema nervoso. Il sistema nervoso e la mente le mandano al cervello. Il cervello quindi crea l'immagine del lago. Questa immagine viene quindi "vista" dagli occhi. Come si vede il corpo non può avere esperienza di niente. È la mente che è responsabile dell'esperienza. Ecco perché lo Yoga pone così tanta enfasi sul controllo della mente.

Per riassumere possiamo dire che l'unione fra soggetto e oggetto è la radice dei Karma. Il soggetto sperimenta gli oggetti attraverso l'insieme mente-corpo. Ma qual è la causa di questa unione? Maya, o l'illusione. Quando Maya è distrutta naturalmente non c'è unione fra soggetto e oggetto e quindi non c'è Karma. Quando L'Atman non è più sotto l'influenza di Maya si raggiunge la liberazione o Mukti.

Se vogliamo evitare l'unione fra Atman e Maya dobbiamo impedire che l'Atman faccia esperienza di questo mondo. In altre parole dobbiamo dissolvere la mente. Ora l'intera filosofia dello Yoga diventa chiara. Ecco una spiegazione logica:

  •  L'Atman è pura coscienza
  •  L'Atman si unisce con gli oggetti di questo mondo e li sperimenta
  •  Per sperimentarli l'Atman utilizza un veicolo chiamato mente
  •  Questa esperienza crea i Karma
  •  Maya (illusione) è la causa dell'unione tra l'Atman e il mondo esterno
  •  Per liberare l'Atman occorre superare l'influenza di Maya
  •  Dal momento in cui l'Atman fa l'esperienza di questo mondo attraverso la mente, se la mente viene impedita dallo sperimentare il mondo, automaticamente l'Atman si libera
  •  In questa maniera controllare la mente ti dà la liberazione da Maya, l'illusione

Non si può distruggere Maya direttamente. Così gli Yogi prendono un'altra strada. Dissolvono la mente  perché questa è indispensabile per Maya e per le sue illusioni. Come si dissolve la mente? Attraverso l'ottuplice percorso dello Yoga. Le otto membra dello Yoga sono l'oggetto delle prossime lezioni. 

La pace sia con te.


Bipin Joshi is a software consultant, an author and a yoga mentor with more than 22 years of experience in classical yoga system of India. He is an internationally published author and has authored or co-authored more than ten technology books for Apress and WROX press. He has been awarded as a Most Valuable Professional by Microsoft. He has also written a few Marathi books including Devachya Davya Hati and Natha Sankentincha Danshu. Having embraced yoga way of life he also teaches Kriya and Meditation to selected individuals.

बिपीन जोशी लिखित देवाच्या डाव्या हाती आणि नाथ संकेतींचा दंशु या पुस्तकांची आपली प्रत आजच विकत घ्या. त्यांच्या अजपा योग मार्गदर्शनाविषयी अधिक माहिती येथे उपलब्ध आहे.


Posted On : 11 Feb 2010