Kriya and Meditation for Software / IT Professionals. Conducted by Bipin Joshi. Read more...

Untitled 1

Lezione 2 - Classificazione delle attività della mente

Nella Lezione 1 abbiamo parlato della natura e dello scopo dello Yoga. Abbiamo anche visto che lo Yoga cerca il controllo delle attività della mente. In questa lezione vedremo  come classificare le attività e le fluttuazioni della mente. Ci si può chiedere a cosa serva questa classificazione: se l'obiettivo è controllare la propria mente, perché preoccuparsi di classificarne le attività? Conoscere i diversi tipi di attività della mente è essenziale. Facciamo un esempio: quando un esercito deve distruggere le fortificazioni nemiche prima di tutto deve conoscere il nemico. Viene studiato il nemico in termini di localizzazione geografica, attività recenti e situazione politica. Solo dopo lo studio si può combattere il nemico. Lo stesso vale per la nostra mente. Devi conoscere bene la natura della tua mente, altrimenti essa ti inganna. La mente è così abile nell'ingannarci che non ci rendiamo mai bene conto di come e quando essa si distrae dall'obiettivo che vogliamo raggiungere. Conoscere le modalità della mente ti aiuta a rimanere concentrati ed evitare di cadere in trappola.

Le modalità di pensiero della mente sono classificate in cinque categorie. Queste sono:

  • Verità
  •  Errore o falsa percezione
  •  Fantasia
  •  Sonno
  • Memoria

Verità

Conosciamo la verità riguardo fatti e oggetti secondo una di queste tre forme:
 
    * Percezione diretta
    * Inferenza o deduzione
    * Testimonianza
 
Quando noi conosciamo qualcosa per esperienza personale parliamo di percezione diretta. Per esempio vediamo un ladro rubare oggetti preziosi dalla casa del vicino. Abbiamo visto e non abbiamo bisogno di conferma. Questa è percezione diretta.

Qualche volta invece succede che deduciamo qualcosa su un oggetto da alcuni segni esterni. Per esempio quando entri in cucina e senti odore di bruciato deduci subito che qualcosa sta bruciando. Dalla tua passata esperienza hai messo in relazione l'odore di fumo con il fuoco e quando c'è fumo c'è anche qualcosa che sta bruciando. Questa è inferenza o deduzione.

Spesso crediamo la verità di qualcosa. Non dobbiamo chiederci se è giusto o sbagliato. Per esempio siamo sicuri che ogni sostanza sia costituita di atomi. Non mettiamo in dubbio questo fatto. Perché? Perché sappiamo che molti scienziati hanno verificato questo fatto nei loro laboratori. Questa è la testimonianza.

Errore o falsa percezione

La falsa percezione è l'opposto della verità. Si riferisce alla presunta conoscenza che non corrisponde alla realtà. Per esempio percorri un sentiero in un bosco e ti capita di buttare lo sguardo su un pezzo di corda per terra. Erroneamente lo interpreti come un serpente, mentre in realtà è solo un pezzo di corda. Questa è una falsa percezione.

Fantasia

Spesso la nostra mente crea oggetti e comincia a ricamarci intorno. Questi oggetti non esistono nella realtà. Per esempio quando leggi un racconto dell'orrore immagini i fantasmi della storia di fronte ai tuoi occhi. Questi fantasmi non esistono ma sono creati dalla mente. Questa è la fantasia.

Sonno

Ci si può chiedere perché il sonno sia un'attività della mente. Anche se nel sonno la mente non riceve attivamente stimoli esterni, ciononostante resta attiva. Il sonno può essere così considerato lo stato in cui la mente non indulge sugli stimoli del mondo esterno. Per esempio mentre leggi un romanzo noioso i sensi cercano di reagire bloccando gli stimoli alla mente. La mente diventa vuota e ti viene sonno. In questo senso il sonno è un'attività della mente.

Memoria

Quando percepiamo un oggetto siamo in grado di richiamarlo alla mente in seguito. Questo significa che, anche se l'oggetto non è davanti a te, puoi richiamarlo a volontà. Per esempio un amico ti comunica il suo nuovo indirizzo. Quando un'ora dopo arrivi in ufficio, lo scrivi nella tua rubrica. Hai ricordato l'indirizzo che ti è stato comunicato un'ora prima. Questa è la memoria.

Se tu osservi la tua esperienze troverai che tutte le attività della mente entrano in una o nell'altra categoria. Questi cinque tipi di attività mentale descrivono i vagabondaggi e le fluttuazioni della mente. Se vuoi raggiungere l'auto-realizzazione queste cinque attività mentali devono essere controllate.

Per riassumere questa lezione:

  • La mente ha cinque tipi di attività
  •  Queste sono Verità, Errore o falsa percezione, Fantasia, Sonno, Memoria
  •  Lo Yoga cerca di controllare e dirigere queste cinque attività usando varie tecniche

La pace sia con te.


Bipin Joshi is a software consultant, an author and a yoga mentor with more than 22 years of experience in classical yoga system of India. He is an internationally published author and has authored or co-authored more than ten technology books for Apress and WROX press. He has been awarded as a Most Valuable Professional by Microsoft. He has also written a few Marathi books including Devachya Davya Hati and Natha Sankentincha Danshu. Having embraced yoga way of life he also teaches Kriya and Meditation to selected individuals.

बिपीन जोशी लिखित देवाच्या डाव्या हाती आणि नाथ संकेतींचा दंशु या पुस्तकांची आपली प्रत आजच विकत घ्या. त्यांच्या अजपा योग मार्गदर्शनाविषयी अधिक माहिती येथे उपलब्ध आहे.


Posted On : 10 Feb 2010