Learn the royal path of Ajapa Yoga. Course conducted by Bipin Joshi in Thane. Read more...

Lezione 7 - I depositi di Karma

Lezione 7 - I depositi di Karma

Nella sesta lezione abbiamo visto i cinque turbamenti emotivi chiamati Avidya (Ignoranza), Asmita (identificazione con l'Ego), Raga (Attrazione per il piacere), Dwesha (avversione per il dolore) e Abhinivesha (attaccamento alla vita) e in che modo provocano la sofferenza. Inoltre abbiamo visto che possono essere distrutti quando sono sottili. Questi turbamenti emotivi e le sofferenze che causano possono essere evitate con la meditazione e con la distruzione dei Karma.

Possiamo domandarci come la meditazione può aiutare a distruggere questi disturbi emotivi. Se osservi la natura di questi turbamenti ti rendi conto che generalmente nascono in forma sottile. Gradualmente crescono a un livello tale per cui impegnano totalmente l'insieme mente-corpo. Immagina ad esempio di avere una discussione con un collega. Ha fatto qualcosa che non ti piace. Inizialmente la rabbia insorge nella tua mente in forma sottile. Lentamente sale. Incominci a ricordare simili incidenti nel passato. Questi alimentano ulteriormente la tua rabbia. Infine arriva il momento in cui la rabbia diventa abbastanza potente da far scaturire una lite.

Mentre mediti essenzialmente stai calmando la tua mente. Osservi i sentimenti di rabbia come se fossi un testimone. Porti la tua mente lontano dalle oscillazioni emotive. La rabbia quindi non può più governarti. Nella meditazione la mente guarda sé stessa e non si lascia più dominare da emozioni come la rabbia.

Ogni volta che nella vita ci troviamo in una situazione difficile, spesso ci lamentiamo: "Oh, Dio, perché sta capitando proprio a me? Perché io solo sto soffrendo?" Osserviamo il lato ironico: non ci facciamo mai domande simili quando siamo felici! Non diciamo mai: "Oh, Dio, perché sono felice? Perché solo io sto godendo di questa felicità?"...

Quello che siamo oggi è il risultato del Karma passato e quello che saremo domani e anch'esso è deciso dal nostro Karma oggi. La Legge del Karma è sempre al lavoro. Se realizzi del Karma ne riceverai i suoi frutti. Il nostro Karma crea il ciclo della nascita e della morte. Il Karma può essere bruciato solo facendo l'esperienza dei suoi risultati. Non possono essere evitati. Alcune persone dicono che siamo legati al nostro "fato" o alla nostra "fortuna". In realtà non c'è nulla chiamato fato o fortuna. Tutto è il risultato del nostro Karma passato e presente.

Alcuni non credono nella reincarnazione. Dicono che la vita attuale è tutto ciò che possiamo avere. Chi sa delle vite passate e future? Ciononostante, questo argomento non può spiegare il contrasto nelle nostre vite. Spesso vediamo persone che fanno del bene agli altri ma soffrono ugualmente grandi dolori. Perché due figli della stessa madre sono così differenti? Uno è brillante e l'altro no. Perché uno è più forte dell'altro? Perché ci sono così tante ineguaglianze nella società? Non si può rispondere a queste domande senza la Legge del Karma e la teoria della reincarnazione.

Il fatto che la nostra vita sia governata dal nostro Karma è un grande sollievo per tutti noi. Perché se siamo capaci di controllare il nostro Karma siamo capaci di controllare la nostra vita. Se fai del bene oggi ne riceverai frutti piacevoli, laddove i tuoi torti generano dolore.

Nonostante i frutti del Karma siano piacevoli o dolorosi, uno Yogi rinuncia a entrambi. Ci si può domandare perché uno Yogi debba rinunciare anche ai risultati piacevoli. La fa perché sa che quanto godi della felicità ricevi in regalo anche un dolore. È impossibile per qualcuno ricevere solo felicità senza alcun dolore. Allo stesso modo è impossibile che uno riceva solo dolore e nessuna felicità. Per esempio, se studi con impegno per l'esame, riceverai buoni voti. La tua preparazione può essere dura. Magari devi rinunciare a guardare il tuo programma preferito. Magari devi studiare fino a tarda notte. Ma tutto questo "dolore" ti darà "felicità" sotto forma di un bel voto. Facciamo un altro esempio. Ti piacciono i dolci e non riesci a controllarti quando qualcuno te ne offre. Soffri di diabete. Dopo aver mangiato dolci i livelli di zucchero nel sangue salgono e ti senti a disagio. Questo significa che il "piacere" di mangiare dolci comporta il "dolore" di maggior zucchero nel sangue. Puoi osservare che questo accada in ogni area della vita. Dove c'è felicità c'è dolore, e viceversa.

Se felicità e dolore camminano mano nella mano, come comportarsi nella vita? Secondo lo Yoga i dolori che non sono ancora arrivati possono essere evitati. Per esempio, se sai che mangiare alcuni cibi ti provoca gas, devi evitare di mangiarne. Questo richiede il controllo della tua mente e questo è ciò che lo Yoga ti insegna. Quando impari a vedere i "futuri" dolori allora automaticamente eviti le cause che li provocano. Quando eviti di comprare una preziosa collana eviti il dolore che deriva dalla sua perdita. In questo modo l'unico modo per evitare il dolore è evitare anche la felicità. Il pensiero di evitare la felicità può suonare strano. Per molte persone l'assenza di felicità equivale alla presenza del dolore. Ma questo non è vero. Una mente controllata con le tecniche dello Yoga rimane in equilibrio in ogni momento. La Meditazione è la chiave per raggiungere questo equilibrio.

Per riassumere questa lezione:

  •  Il Karma è la causa della nostra situazione presente
  •  Il tuo Karma ti porta piacere o dolore
  •  Piacere e dolore sono le due facce della stessa medaglia
  •  Il dolore può essere evitato solo evitando anche il piacere

Abbiamo visto che il Karma è la radice delle nostre sofferenze. Ma cosa origina il Karma stesso? È l'argomento della prossima lezione.

La pace sia con te.


Bipin Joshi is a software consultant, an author and a yoga mentor with more than 22 years of experience in classical yoga system of India. He is an internationally published author and has authored or co-authored more than ten technology books for Apress and WROX press. He has been awarded as a Most Valuable Professional by Microsoft. He has also written a few Marathi books including Devachya Davya Hati and Natha Sankentincha Danshu. Having embraced yoga way of life he also teaches Kriya and Meditation to selected individuals.

बिपीन जोशी लिखित देवाच्या डाव्या हाती आणि नाथ संकेतींचा दंशु या पुस्तकांची आपली प्रत आजच विकत घ्या. त्यांच्या अजपा योग मार्गदर्शनाविषयी अधिक माहिती येथे उपलब्ध आहे.


Posted On : 11 Feb 2010